Uragano Harvey: almeno 18 morti, poliziotto annega in auto a Houston

Sono saliti a 18 i morti a causa delle inondazioni seguite al passaggio della tempesta tropicale Harvey in Texas. Tre ulteriori decessi sono stati confermati nell’area di Houston.

Si tratta di due donne, di 89 e 76 anni, una annegata in casa e l’altra vicino ad un’automobile. Una terza donna, di 45 anni, ha abbandonato la sua automobile ed e’ caduta nella piena. E’ deceduta nonostante il trasporto in ospedale. Le autorita’ e le famiglie hanno confermato il numero di 18 vittime sebbene i corpi di alcune, trascinati dalle acque alluvionali, non siano stati trovati.

Al quinto giorno di inondazioni in Texas le previsioni parlano ancora di piogge nelle prossime ore, per quella che è oramai chiaramente una delle catastrofi naturali più disastrose della storia degli Stati Uniti. ll presidente Donald Trump, che oggi sarà in Texas, ha dichiarato lo stato di emergenza in Louisiana e disposto l’assistenza federale. “Un disastro di dimensioni epiche ma abbiamo lavorato insieme come una squadra”, ha detto il presidente americani.

Un dirigente di polizia e’ morto affogato, intrappolato dall’inondazione causata dall’uragano Harvey, mentre andava a lavorare a bordo della sua auto di pattuglia. Lo scrive lo Houston Chronicle. Le autorità non hanno confermato la notizia ma probabilmente perche’ non hanno ancora informato i famigliari della vittima. Il poliziotto, scrive il quotidiano, è morto sulla Interstate 45, nella contea settentrionale di Harris.

Sono oltre 3500 le persone tratte in salvo fino ad ora a Houston. Non si ha ancora un’idea chiara di quante siano le persone disperse e quelle ancora bloccate e intrappolate. Le autorità temono che sei persone della stessa famiglia siano morte a Houston mentre cercavano di sfuggire all’alluvione. Si sospetta un’altra vittima a Rockport, sulla costa texana. In questo caso il bilancio salirebbe a 12 vittime. I soccorsi sono in piena attività negli Usa mentre l’uragano Harvey, ormai declassato a tempesta tropicale, continua a scaricare nell’entroterra texano piogge torrenziali che hanno causato forti allagamenti. “Un evento senza precedenti”, afferma in un tweet il servizio meteo federale.

L’uragano segna un nuovo record negli Usa per quanto riguarda il livello di precipitazioni in una perturbazione tropicale. In particolare a Mary’s Creek, nel sud-est del Texas, si sono registrati questa mattina 49,32 pollici di pioggia caduta, ovvero 125,27 centimetri, stando al servizio meteorologico nazionale. Superando così il precedente record fissato nel 1978 quando su Medina, in Texas, caddero 48 pollici di pioggia (122 centimetri) in coincidenza con la tempesta tropicale Amelia.

Via Ansa

Categorie News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.