Standard Life e Aberdeen Asset Management uniscono le forze

Unione in vista tra la compagnia assicurativa Standard Life e Aberdeen Asset Management, due tra le principali società finanziarie scozzesi.

Confermata ieri la negoziazione da 11 miliardi di sterline nata per creare il primo fund manager britannico. L’accordo è stato chiuso con Standard Life come azionista di maggioranza con il 66,7% del capitale della nuova società, mentre Aberdeen controllerebbe il restante 33,3%.

Insieme le due società gestiscono un asset che ammonta a circa 660 miliardi di sterline. Ma questa fusione non parte da qui.

Era il 1996, la società era allora nota come Aberdeen Trust. Un gruppo di gestione di fondi rivale, Jupiter Tyndall, aveva acquistato quasi il 30% delle sue azioni, dopo molte vicissitudini sfavorevoli, dovute a scandali e a varie acquisizioni, Aberdeen ha ricostruito la propria reputazione nei fondi comuni di investimento e, in effetti tra i due gruppi, è in maniera evidente, il partner dominante. Recentemente, Standard Life stessa è stata anche vittima del suo stesso successo, la notevole crescita della sua linea di prodotti Global Absolute Return ha vacillato. Mentre Standard Life si è reinventata con successo grazie alla guida di Keith Skeoch, con il servizio di asset management come cuore dell’attività, è con un grandioso soggetto di distribuzione e un brand.

La sua piattaforma, inaugurata più di dieci anni fa da Aussie Trevor Mathews, ha concesso grande lustro all’azienda.

La cosa importante da tenere in considerazione è tutti questi gruppi di asset management esistono per una sola ragione, e cioè poichè hanno clienti che a loro si affidano, delegando le scelte. Però, in questo momento, i gruppi di gestione devono dimostrare e fornire valore ai propri clienti. Al di là di tutto ciò, fino a quando tuttavia la cultura dominante dell’attività del gruppo Standard Life / Aberdeen sarà guidata dagli investimenti, sicuramente non gli mancheranno opportunità di crescita prosperosa.

Via citywire.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.