L’iPhone si rompe? Apple pronta a sostituirlo

Apple si prepara a introdurre un nuovo programma di riparazione per gli iPhone più recenti. Se il problema è troppo lungo da risolvere in negozio, il telefono viene mandato a un centro esterno. Nel frattempo al cliente viene dato un iPhone 6 da 16 GB sostitutivo.

Piuttosto che effettuare tutte le riparazioni in loco e il più rapidamente possibile, il nuovo programma permetterà ai Genius di stabilire se uno smartphone deve essere inviato a un centro di riparazione.

Tale decisione non sarà a discrezione del dipendente dell’Apple Store, bensì effettuata tramite sistemi automatizzati.

Sono tre le problematiche che, secondo l’azienda, necessitano di troppo tempo per essere gestite rapidamente e che impediscono di concentrarsi su altri problemi:

  • Quando un dispositivo è incapace di connettersi a iTunes su un computer
  • Quando l’iPhone non si accende
  • Quando il telefono, durante l’avvio, non supera il logo Apple

Se il possessore dello smartphone con una di queste tre problematiche acconsente a inviare il telefono fuori dal negozio per la diagnostica e la riparazione, nel periodo di tempo che dovrà necessariamente intercorrere – tra 3 e 5 giorni lavorativi –riceverà un iPhone 6 da 16 GB come “telefono sostitutivo”.

L’esclusività del programma, limitato ad alcuni negozi, fa intendere che si tratta di un programma pilota, che potrebbe anche essere bloccato se non sarà riscontrato il gradimento del pubblico (i tempi di riparazione si allungano e ciò potrebbe non piacere a chi ha il prodotto in garanzia) o se sorgeranno altri tipi di problematiche.

via Tom’s Hardware

Categorie News,Tecnologia

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better