Rivoluzione ramo Vita, attribuzione annua rendimento non più definitiva

L’attribuzione annua del rendimento non potrà più considerarsi acquisita definitivamente, lo SNA rivendica le garanzie di Fonage 다운로드.

Parte una nuova azione massiva di indebolimento delle garanzie minime previste dai piani pensionistici individuali offerti agli italiani dalle principali Compagnie di assicurazione Vita 다운로드. Pur trattandosi di un’industria miliardaria (il solo ramo Vita, in Italia, vale più di due terzi dell’intera raccolta annua premi per oltre novanta miliardi di euro, raccolta realizzata prevalentemente attraverso gli sportelli bancari e postali) che produce utili rilevanti, da gennaio riparte l’azione di eliminazione delle poche garanzie di rendimento e di consolidamento dei risultati rimaste nei piani pensionistici individuali (pip) e nelle polizze vita “pensionistiche” 다운로드.

Proprio in questi giorni alcune delle maggiori Compagnie che operano nel nostro Paese hanno diramato disposizioni alle reti con le quali prevedono l’eliminazione del “consolidamento annuo delle prestazioni maturate” e pertanto “l’attribuzione annua del rendimento non potrà più considerarsi acquisita definitivamente” 다운로드. Per alcune Compagnie, operanti in larga misura attraverso sportelli bancari e postali, ma anche tramite agenzie tradizionali, eliminata anche la garanzia del capitale versato, in taluni casi riconosciuta solo al verificarsi di determinate circostanze come la perdita del posto di lavoro o il decesso 다운로드.

“Questo è il modo con il quale le grandi Compagnie intendono affrontare il tema della pensione degli italiani, con il benestare delle Autorità competenti e della Politica – commenta il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi – allontanandosi sempre più dal regime della prestazione definita e trasformando i prodotti pensionistici come i pip in semplici contenitori di gestione del risparmio, spesso senza alcuna sostanziale garanzia, di rendimento minimo o di capitale, che li distingua da altre forme di investimento puramente finanziario office professional plus 2019. C’è da chiedersi se questo rientri nel perimetro degli Assicuratori propriamente detti o se non sia opportuno rispolverare qualche strumento tecnico per differenziare i prodotti offerti dagli Assicuratori rispetto a quelli puramente finanziari offerti sul mercato da una molteplicità di operatori” 드래곤볼 만화책 다운로드.

Alla luce di quanto detto, appare evidente quanto sia da considerare un grande risultato per gli Agenti l’essere riusciti a conservare il regime della prestazione garantita, cioè della garanzia di rendimento e di capitale, per il Fondo Pensione Agenti (Fonage) 게임 크로스 파이어. “C’è da chiedersi – conclude Demozzi – come mai alcuni agenti che dovrebbero comprendere a fondo il significato di tutto questo, anziché condividere questo importante risultato per la Categoria si siano lasciati indurre dai poteri forti ad agire per sminuirne la portata e ad operare per indebolire Fonage con tutto ciò che ne potrebbe conseguire…” 다운로드.

Via SNA channel

Categorie Assicurazioni,News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.