Polizze Rc professionali: come scegliere e valutare la più adeguata

Lavorare serenamente al riparo da difficoltà economiche legate ad errori, negligenza o imprevisti di sorta?

Si può. La risposta per i professionisti è legata a doppio filo alla sottoscrizione di una polizza Rc professionaleObbligatoria dall’agosto del 2013 la polizza consente di poter fruire di garanzie decisamente importanti nello svolgimento della professione. In termini di legge a stabilire l’obbligatorietà è il D.P.R. 137/2012- 14/08/2012 che, all’articolo 5, fissa la sottoscrizione forzata a carico delle diverse categorie di professionisti iscritti ad un albo o ordine professionale, fra cui troviamo, tra gli altri, amministratori di condominio, architetti, geometri, medici, paramedici, avvocati, commercialisti, architetti e ingegneri.

La scelta della polizza più adeguata deve essere effettuata tenendo in stretta considerazione la tipologia della professione svolta, e i rischi che la stessa comporta.
Valutando le peculiarità della professione si devono stimare attentamente i rischi che ogni professionista ben conosce. Se si desidera ottimizzare i costi della sottoscrizione è bene farlo senza dimenticare neppure per un istante il tema della sicurezza, scegliendo proposte oculate e magari affidandosi ad esperti del settore.
Si può scegliere di fare riferimento ai canali tradizionali oppure optare per soluzioni che offrono opportunità estremamente interessanti come le proposte on line.

La scelta della polizza più adeguata parte dal confronto e dalla valutazione di diversi preventivi.
Si considerano prima di tutto le garanzie offerte dalla polizza. Tenete a mente che un prezzo di acquisto troppo basso potrebbe nascondere gravi insidie come una copertura limitata, e la presenza di garanzie che non permettono di coprire i rischi che si possono verificare in fatto di danni e risarcimento.
La copertura del danno è un elemento determinante nel caso in cui il professionista dovesse arrecarne al cliente in seguito a negligenza, imperizia, imprudenza o mancata osservanza di leggi e regolamenti.

Nella scelta della polizza il professionista deve considerare la presenza della franchigia, ovvero l’importo della competenza a suo carico nel caso si verifichi un sinistro, e quella del massimale, ovvero la somma più elevata che sborserà la compagnia a fronte di un danno. Ma non solo. La valutazione delle clausole deve considerare anche l’eventuale presenza della copertura delle spese legali, e delle clausole di retroattività e garanzia postuma, avendo ben chiaro lo spettro relativo al periodo di copertura.

Ai professionisti si raccomanda di fare estrema attenzione alla compilazione del questionario, proposto in allegato alla polizza stessa dalla compagnia assicurativa.
Quanto contenuto in risposta nel questionario deve corrispondere al vero. Una compilazione poco attenta, che presenta errori o dettagli imprecisi, o ancor peggio falsi, può provocare gravi problemi all’atto del pagamento dei danni da parte della compagnia assicurativa.
La compagnia, infatti, a fronte di inesattezze e quant’altro, può decidere di impugnare il questionario e rifiutarsi di pagare il dovuto o di sostenere solo in parte i danni previsti in polizza.

Il 2016 ha visto crescere il mercato assicurativo delle polizze professionali anche grazie ai vantaggi derivanti dalla stipula di contratti on line.
Oggi le tante pagine web di settore, la presenza di comparatori on line di ultima generazione, consentono di confrontare velocemente prezzi e prodotti offerti dalle compagnie assicurative.
Fra i vantaggi della sottoscrizione on line possiamo considerare la scelta di una polizza personalizzata, cucita perfettamente sulle esigenze del professionista, la velocità nel completare le operazioni, la possibilità di confrontare un gran numero di preventivi, risparmiare sul premio della polizza, e dulcis in fundo fruire di un’assistenza diretta via web o telefonica.

Categorie Assicurazioni,Focus,News

Tags: ,

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better