Polizza auto: come scegliere la migliore assicurazione per la tua automobile

Ad oggi, le compagnie assicurative presenti sul territorio nazionale sono diverse decine, che operano attraverso agenzie dirette o indirette 다운로드.

Scegliere, all’interno di questo vasta offerta, la polizza più idonea alle nostre esigenze può non essere così banale: a seguito della liberalizzazione dei mercati del 1994, infatti, ogni compagnia assicurativa ha la possibilità di gestire autonomamente le proprie tariffe 다운로드. Nascono così delle polizze personalizzate, che a partire da alcuni dati fissi (tipologia del veicolo, numero di sinistri accumulati, caratteristiche personali del richiedente e estensione della copertura al conducente del veicolo), possono presentare diversi tipi di offerta 령 제로. Come scegliere quella più adatta a noi?

Tipologie di assicurazione: RCA e ARD

Per consentire la circolazione della vettura, la legge italiana prevede l’obbligo della cosiddetta RCA, “responsabilità civile auto”, un’assicurazione che preveda la copertura di eventuali danno causati dal veicolo.  A questa opzione minima, imposta dalla legge, è tuttavia possibile aggiungere altre garanzie accessorie e stipulare una Assicurazione Rischio Diverso (ARD): l’assicurazione tradizionale viene implementata per comprendere tutta una serie di eventualità che potrebbero portare comunque al danneggiamento del veicolo e che non sono incluse nella polizza base 도깨비 대본 다운로드. Tra i casi contemplati dalle ARD, che si possono aggiungere singolarmente o complessivamente alla RCA, possiamo trovare:

  • Assicurazione furto: questo tipo di servizio garantisce la copertura sia dei danni diretti in caso di furto, sia di eventuali malfunzionamenti o avarie conseguenti al furto totale o parziale;
  • Assicurazione incendio: ricopre tutti i danni alla vettura dovuti a fenomeni di combustione, incluse quindi fiamme, esplosioni, fulmini, cadute di aerei, urti con altri veicoli 다운로드. Su richiesta possono essere comprese cause aggiuntive quali eventi atmosferici, fenomeni elettrici, eventi socio-politici, etc. La tendenza comune è di accorpare furto&incendio in un’unica polizza, sottintendendo quindi la stipula di entrambe 블레어윗치.
  • Assicurazione per guasti accidentali: cosiddetta Kasco, estende la copertura assicurativa ai rischi derivanti dalla semplice circolazione del veicolo 파이어폭스 플래시 동영상 다운로드. Non dipende quindi dalle responsabilità del conducente, a patto che questi rispetti il Codice della Strada e più in generale la legge: la polizza prevedrà diversi tipi di copertura (totale, con un massimale dipendente o indipendente dal valore della vettura, a collisione) 다운로드.
  • Assicurazione su eventi atmosferici: prevede il rimborso nel caso di danneggiamento del veicolo a causa di eventi atmosferici. Fortemente legata alla meteorologia locale, prevede di poter concordare la casistica coperta, comprendendo presumibilmente le tipologie di intemperie più probabili nella zona di interesse Another day download.
  • Altro: la copertura assicurativa può essere estesa, su richiesta, anche agli infortuni del conducente, a danneggiamenti relativi ad atti vandalici, alla sospensione della patente di guida, all’assistenza completa del veicolo 윈도우 필기장 다운로드.

Confrontare le compagnie

La vasta personalizzazione delle polizze rende difficile, all’utente medio, valutare le offerte delle diverse compagnie: a questo scopo, sono nate piattaforme online che mettono a confronto le proposte di diversi assicuratori per evidenziare il migliore in termini di prestazione offerta e investimento economico. Una volta focalizzate le proprie esigenze e confrontate sommariamente le polizze disponibili, il passo successivo per convincersi alla scelta è fissare un appuntamento con l’assicuratore in agenzia e richiedere un preventivo non vincolante. I parametri da considerare, oltre all’estensione della copertura, sono:

  • il cambiamento della tariffa tra il primo anno e i successivi ed in seguito ad eventuali incidenti;
  • ammontare di massimale e franchigia: il primo indica la cifra massima che la compagnia è disposta a coprire, la seconda invece la cifra minima al di sotto della quale il cliente stesso provvede al pagamento;
  • garanzie opzionali comprese nel prezzo;
  • clausole di esclusioni o limitative;
  • estensione europea compresa nella polizza.

Per compagnie che offrano i servizi richiesti a prezzi simili o molto vicini, saranno quindi queste caratteristiche a fare la differenza e guidare il cliente verso la scelta più opportuna.

 

Categorie Assicurazioni,Focus,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.