Arriva il parere pro veritate del Prof. Pietro Ichino: il Contratto è legittimo

CCNL SNA 2014, arriva il parere pro veritate del Prof. Pietro Ichino: il Contratto è legittimo, applicabile e assolutamente corretto

MILANO – CCNL SNA 2014, il contratto è legittimo, liberamente applicabile e corretto sul piano retributivo e previdenziale. E’ quanto emerge dal parere del Prof. Avv. Pietro Ichino, giuslavorista di indiscussa autorevolezza, il quale, in un parere pro veritate sollecitato da SNA, illustra la piena efficacia del CCNL sotto ogni aspetto, confermando in tal modo che ogni polemica e tentativo di delegittimazione del contratto è destinato a fallire, come, del resto, è avvenuto fino ad oggi.
I precisi quesiti di SNA ai quali il Prof. Ichino ha risposto erano sei e riguardavano 
1) la legittimità del contratto in ordine alla rappresentatività dei sindacati dei dipendenti;
2) l’applicabilità del CCNL Anapa-Triplice per gli iscritti SNA;
3) la rappresentatività delle associazioni datoriali ai fini dell’applicabilità del contratto;
4) i criteri di individuazione del contratto di riferimento ai fini della determinazione dello standard minimo retributivo;
5) i criteri per la definizione della retribuzione di riferimento ai fini del calcolo dei contributi previdenziali;
6) la definizione dei criteri utili a individuare il contratto collettivo la cui applicazione consente di beneficiare delle agevolazioni previste dallo Statuto dei lavoratori.
E le risposte sono arrivate, puntuali ed autorevolmente esaustive, confermando quanto sostenuto da sempre da Sna contro le voci critiche – strumentalmente critiche – di chi, come i sindacati di categoria aderenti alla Triplice e le associazioni datoriali minori, si è lasciato sfuggire l’opportunità di sottoscrivere con Sna un Ccnl di riferimento per il mercato.
“E’ un parere prezioso ed autorevole – ha commentato il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi – che conferma definitivamente, se mai ce ne fosse bisogno, la piena legittimità del CCNL SNA 2014. Grazie al suo consolidamento – ha proseguito Demozzi –  gli Agenti hanno potuto salvaguardare i posti di lavoro del settore agenziale. Siamo fieri di una categoria che ha fatto tesoro di questo importante risultato politico-sindacale anche per ridare futuro occupazionale ai lavoratori agenziali, il cui numero negli ultimi mesi sembra finalmente in lieve ripresa”.
Mario Alberti

via SNAChannel

Categorie Assicurazioni,News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better