Mutui: mercato “frizzante” e tassi bassi fanno crescere la voglia di casa

Segnali di ripresa nel settore immobiliare: complice la politica dei bassi tassi di interesse, cresce la voglia delle famiglie di acquistare una casa e con essa il mercato dei mutui.

Secondo il rapporto mensile di Abi di settembre 2016, sulla base degli ultimi dati disponibili relativi a luglio 2016, l’ammontare complessivo dei mutui delle famiglie ha registrato una variazione positiva di +1,8% nei confronti di fine luglio 2015 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento), confermando la ripresa del mercato dei mutui. I bassissimi livelli dei tassi di interesse, infatti, rappresentano oggi un forte incentivo per la domanda di credito e spingono il mercato dei mutui che, grazie anche alle migliori prospettive del comparto immobiliare, conferma la ripresa. Secondo il “Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia” relativo al primo trimestre 2016, un’indagine condotta congiuntamente dalla Banca d’Italia, dall’Agenzia delle Entrate e da Tecnoborsa, la quota di acquisti finanziati con mutuo ipotecario è salita, nel primo trimestre del 2016, al 73,8% dal 68,5 dell’ultimo trimestre del 2015 (minimo storico di 55,0 nel secondo trimestre del 2013). Cresce anche il rapporto tra prestito e valore dell’immobile (Loan to Value) che dal 64,7 del quarto trimestre del 2015 è salito al 69,3%.

Se le condizioni del mercato sono particolarmente vantaggiose e l’entusiasmante prospettiva di acquistare la casa dei propri sogni sembrerebbero delineare uno scenario ideale per quanti si accingono ad acquistare un immobile, non vengono certo meno le preoccupazioni e gli affanni dei consumatori, intenti a doversi confrontare con una pluralità di offerte di finanziamento e a destreggiarsi fra richieste di documenti e tempi di istruttoria incerti.

Se per le offerte esistono guide on line che aiutano a orientarsi, sui tempi di erogazione del finanziamento domina la più totale incertezza e uno dei dubbi che assale ogni acquirente prima di firmare un compromesso per l’acquisto di un immobile è riuscire ad avere un’idea chiara sull’entità del finanziamento concedibile e sui tempi di erogazione.

Ma sembrerebbero giungere buone notizie per i consumatori. BNL Gruppo BNP Paribas ha da poco lanciato#solo5giorni , un nuovo servizio che consente di fornire al cliente una “delibera creditizia” che, in modo chiaro e trasparente, indica l’ammontare effettivo del mutuo che si potrà ottenere. Tutto ciò entro 5 giorni dalla consegna dei documenti, che possono essere presentati in agenzia o trasmessi online. L’esito dell’operazione è ovviamente subordinato ai necessari pareri tecnico-legali – come la perizia sull’immobile e la relazione notarile – ma in questo modo si porrebbe fine all’incertezza e ai dubbi che attanagliano gli acquirenti. Una vera e propria rivoluzione.

“#solo5 giorni è stato già testato con successo su numerosi clienti e – spiegano da BNL – ha consentito anche un ulteriore miglioramento dei tempi complessivi di erogazione. Il cliente può così concentrarsi esclusivamente sulle fasi finali dell’acquisto della casa o sul progetto di ristrutturazione, con la certezza e la sicurezza del supporto di BNL”.

Sui canali Facebook e Twitter della banca, gli stessi clienti che hanno avuto l’opportunità di testare il servizio raccontano la loro esperienza. Un’anticipazione di un’ampia campagna di comunicazione, in onda in questi giorni, per far conoscere #solo5giorni al grande pubblico che ha come claim “se trovi la casa giusta per te, in solo 5 giorni puoi aprire le sue porte”.

via AdnKronos

Categorie Mutui e prestiti,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better