Indagine BNP Paribas Cardif: i millennials digital fanno like alle assicurazioni

Una ricerca promossa da BNP Paribas, realizzata dalla start-up Friendz, porta alla luce un dato interessante: le nuove generazioni sono attente alle assicurazioni e tutelano i propri beni.

Il 15% dei millennials digitali possiede una polizza assicurativa e la considerano molto positiva.

BNP PAribas Cardif ha promosso questa indagine per scoprire il parere della generazione digital in merito alla customer experience offerta dal settore assicurativo.
Dall’indagine è emerso un trend positivo. I millennials hanno una buona opinione del mercato delle polizze e molti di loro, anche se abbastanza giovani, oltre alle coperture assicurative per auto e moto, hanno intrapreso il percorso di tutela degli immobili e/o hanno attivato una polizza vita.

La ricerca è stata condotta attraverso un’app, su un campio di mille utenti digitali della community di Friendz, con un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Le domande poste sono state “non convenzionali” ed i giovani hanno potuto esprimere il loro parere inviando selfie o video come risposta.

I dati emersi sono i seguenti: quasi sei su dieci (56%) hanno valutato, infatti, l’esperienza con la propria assicurazione positiva e solo il 3% negativa. Sul perché si ritengano soddisfatti hanno indicato come principali motivazioni la “chiarezza su cosa era incluso ed escluso dalla polizza” (per il 42%) e la “comunicazione con l’assistenza” (per il 24%).

Il 15% del totale a livello nazionale possiede almeno una copertura assicurativa, con la polizza Vita (49%) e la Casa (41%) tra le preferite, seguite dagli Oggetti (20%), la Salute (13%) e i Viaggi (5%). Una piccola curiosità: se l’uomo è più attento alla casa, le giovani donne dedicano maggiore attenzione alla salute e alla tutela degli oggetti; la polizza vita è invece prerogativa delle fasce più “adulte”, che vanno dai 26 anni in su.

Isabella Fumagalli, AD di BNP Paribas Cardif, ha affermato:

“Era importante per noi fotografare le percezioni dei millennials per verificare se come settore assicurativo stessimo andando nella giusta direzione, ma non volevamo farlo in modo tradizionale. Crediamo fortemente nella sperimentazione e, quindi, abbiamo scelto come partner una giovane start-up, Friendz, con una community formata da utenti digitali giovani e creativi, in grado di fornirci informazioni utili a disegnare l’assicurazione di domani. I risultati sono estremamente positivi ma questo deve essere un punto di partenza per continuare a sviluppare un nuovo concetto di assicurazione, più vicina alle persone e sempre più basata sulla conversazione con i clienti”.

A conclusione dell’analisi ci sono le parole di Cecilia Nostro, co-founder di Friendz, la quale ha dichiarato:

“La fantasia e la reattività della community di Friendz, che vanta ormai 120.000 persone, sono state sorprendenti e foriera di informazioni preziose anche per noi.
I millennials hanno reagito in maniera incredibilmente positiva all’ esser stati coinvolti da una compagnia assicurativa, con una modalità così smart e vicina al proprio linguaggio, e si sono sentiti parte del processo di trasformazione. Come giovane start-up, siamo lieti che lo spirito di Friendz sia stato apprezzato da un grande brand internazionale come BNP Paribas Cardif che ha subito creduto in noi”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook
Iscriviti al nostro gruppo Linkedin

Categorie Assicurazioni,News,Tecnologia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better