Mancanza di assicurazione e revisione: multe in cassa di 700 mila euro

Molte le infrazioni rilevate dai vigili urbani anche per uso del cellulare. Dalla Ca’: «Gli autovelox? Solo il 40% dei proventi»

BELLUNO

Troppi bellunesi viaggiano sulle strade con la revisione o l’assicurazione scaduta, oppure con il telefonino in mano. E fioccano le multe. Il Comune aveva messo nel bilancio previsionale 600 mila euro per violazioni al Codice della strada, ha dovuto aumentare quella cifra di 100 mila euro. La modifica è contenuta nella variazione al bilancio che sarà portata in consiglio comunale i primi giorni di novembre, e che è stata illustrata dal vicesindaco e assessore al bilancio, Lucia Olivotto, nella commissione di giovedì.

Questa cifra è dovuta a molte violazioni», evidenzia la Olivotto. Ci sono gli eccessi di velocità sanzionati con gli autovelox, ma soprattutto ci sono tante multe fatte dai vigili urbani a chi circola con la revisione e l’assicurazione del veicolo scaduta.

Diciamo che il 40% delle multe sono per eccesso di velocità, il più delle volte sanzionato attraverso gli autovelox, ma il 60% sono altre violazioni al Codice della strada», conferma il comandante della Polizia locale, Gustavo Dalla Ca’. «C’è stato un grosso aumento, in particolare, di chi viaggia con revisione o assicurazioni scadute. A volte anche entrambe. Abbiamo multato anche molti automobilisti che usavano il cellulare mentre erano alla guida.

La Polizia locale ha aumentato i controlli sulle strade, soprattutto in estate, e il risultato sono 100 mila euro in più di sanzioni che entrano dritti a bilancio e che portano il dato sulle sanzioni per violazioni al CdS a 700 mila euro.

Non è vero che si usano gli autovelox per fare cassa», continua Dalla Ca’.A luglio il dispositivo è stato messo solo sette volte a Marisiga. Ogni mese lo mettiamo lì al massimo quattro o cinque giorni». Nelle altre giornate l’autovelox viene installato nei box azzurri oppure usato per controlli in altre strade.

Da gennaio alla fine di settembre sono stati “fotografati” oltre 1.200 automobilisti che superavano i limiti di velocità: 152 di loro li superavano di poco, meno di 10 km/h, un migliaio viaggiava ad una velocità compresa fra 11 e 40 km/h superiore al consentito. Settanta automobilisti si sono visti ritirare la patente perché andavano a oltre 40 km/h in più del limite. Questa settimana, in una sola giornata l’autovelox a Marisiga ha fotografato nove veicoli oltre i limiti.

Sui proventi delle sanzioni c’è stato un acceso dibattito anche in commissione, con Franco Roccon che ha criticato la scelta del Comune di «fare cassa», con gli autovelox. «Se si rispettano le norme del codice della strada non si prendono le multe», ribatte il vicesindaco Olivotto. «Ricordiamoci che la metà dei proventi da sanzioni al CdS vengono reinvestiti per legge in opere di sicurezza stradale, come la realizzazione di dossi pedonali, la sistemazione dei passaggi, ecc. Trovo esagerata questa critica: gli automobilisti corrono ancora troppo, nonostante il traffico sia aumentato, tanto che da moltissime frazioni ci arrivano richieste di misure per contenere la velocità dei veicoli

Via: www.corrierealpi.gelocal.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better