Licata, truffa alle assicurazioni, condannato l’ex sindaco Angelo Balsamo

Inflitti dal Tribunale all’ex politico due anni e sei mesi per concorso in falsa testimonianza 화이트데이 게임 다운로드. Tre anni e due mesi ad una falsa testimone e un anno a un imprenditore.

L’ex sindaco di Licata Angelo Balsamo è stato condannato dal Tribunale di Agrigento a due anni e sei mesi di reclusione 모닝콜. La sentenza è stata pronunciata dai giudici del Tribunale agrigentino. L’accusa aveva chiesto sette anni e sei mesi. Con l’ex sindaco e avvocato Balsamo erano imputati anche Francesca Bonsignore, e l’imprenditore Carmelo Malfitano che sono stati condannati rispettivamente a tre anni e sei mesi (la Procura aveva chiesto cinque anni) e un anno (richiesta di un anno e sei mesi) 다운로드.

Balsamo e gli altri imputati erano accusati di corruzione in atti giudiziari, falsa testimonianza, calunnia e – nel caso di Malfitano – di favoreggiamento, nell’ambito di un risarcimento per un incidente stradale 다운로드. Bonsignore è stata condannata per corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza mentre Balsamo per il concorso in falsa testimonianza e assolto dall’accusa di corruzione in atti giudiari e calunnia 가카플레이어. Tutti e due sono stati anche condannati a risarcire l’assicurazione.

Parte civile nel processo sono la Unipol Sai e Mary Ann Casaccio 굿닥터 시즌1.

Da ricordare come il gip Francesco Provenzano nel febbraio 2015 abbia disposto l’archiviazione del procedimento intentato dall’avvocato Balsamo, nei confronti delle sorelle Casaccio 다운로드. Il legale denunciò le due per tentata estorsione. Il pm ha sostanzialmente contestato a Balsamo di avere ottenuto più soldi (11 mila euro) di quanti gliene sarebbero toccati come parcella per il lavoro svolto nella causa per l’incidente stradale del figlio della Casaccio

via lasicilia.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.