IVASS: termina la prima fase del progetto di dematerializzazione

Con il regolamento n. 9 emanato dall’IVASS termina la prima fase del processo di dematerializzazione

L’IVASS pubblica sul proprio sito ivass.it il regolamento n.9 in merito alla disciplina della banca dati degli attestati di rischio e dell’attestazione sullo stato del rischio, attraverso il quale viene conclusa la prima parte della dematerializzazione promossa dall’autorità di vigilanza.

A questo step si è giunti grazie alla collaborazione tra IVASS ed varie parti tra cui, associazioni dei consumatori, operatori del mercato, intermediari ed imprese del settore assicurativo oltre a tutti i contributi pervenuti all’autorità di vigilanza sul settore assicurativo in fase di consultazione.

La seconda fase del processo di dematerializzazione, una volta ultimata, consentirà di passare dall’attestato di rischio attuale ovvero con la situazione corrente a quello in cui sarà possibile avere la situazione continuamente aggiornata, per contrastare fenomeni elusivi e essere più compatibile con caratteristiche.

La dematerializzaizone degli attestati di rischio dovrebbe portare ad una riduzione dei costi da parte delle imprese, il vantaggio dato da una consistente diminuzione dell’utilizzo della carta, maggiore velocità di comunicazione con il cliente, un processo assuntivo del ramo r.c.auto più snello, sollevando, nel contempo, gli assicurati dall’adempimento, fino ad oggi a loro carico, di consegna dell’attestato di rischio all’assicuratore, in sede di stipula del contratto.

L’impostazione digitale dell’attestato di rischia rappresenta inoltre un utile strumento per contrastare la falsificazione di quelli cartacei.

Categorie Assicurazioni,News

Tags: ,,

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better