Il DESI parla chiaro: l’Italia al 25° posto per il livello della digitalizzazione

Ogni anno il Digital Economy Index effettua un’analisi all’interno dell’Unione europea per stabilire il livello di digitalizzazione e dell’economia e della società dei 28 Paesi aderenti.

I parametri di valutazione sono:

  • Connettività Capitale umano
  • Uso di internet Integrazione degli strumenti digitali in ambito aziendale
  • Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione

Questi metri di giudizio si focalizzano su alcuni punti fondamentali, quali la velocità di connessione (vedi la diffusione recente della rete 5G), le competenze che i cittadini hanno in ambito tecnologico, e il modo di utilizzo della rete, sia per fini lavorativi sia per necessità personali.

Riguardo al 2016, al primo posto si posiziona la Danimarca, a Finlandia e Svezia, mentre gli ultimi posti sono occupati da Italia, Grecia, Bulgaria e Romania.

Al di là della classifica, in maniera generica possiamo affermare che l’Europa, rispetto al resto del mondo, ha un livello di digitalizzazione molto inferiore.

Il DESI è un indice fondamentale in quanto su di esso si basano le politiche di tutti gli stati membri della comunità europea in termini di digitalizzazione e connessione, per creare agende comunitarie atte allo sviluppo di sistemi di connettività che possano competere con il resto del mondo.

I dati emersi sono abbastanza esplicativi:

  • La connessione è in crescita; il 76% delle abitazioni hanno attiva una connessione internet e gli accessi da mobile sono cresciuti.
  • Crescono i laureati in materie digitali ma il 44% della popolazione è ancora senza conoscenze basilari.
  • Gli utenti stanno utilizzando sempre più la connessione non solo per lavoro, ma anche per piacere, guardare film e sfogliare le notizie
  • I siti e-commerce sono in calo, forse a causa delle contorte politiche dei pagamenti.
  • Il digitale nella pubblica Amministrazione è in forte crescita; sempre più utenti usano internet per consegnare documenti e sondaggi ai pubblici uffici.

Infine, in materia europea, si stanno creando politiche efficaci per la creazione del Digital Single Market, per facilitare la circolazione di informazioni e contenuti tra i Paesi dell’Europa senza restrizioni e digitalizzando sempre più le aziende europee.

Categorie News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better