Grecia, si torna a parlare di crisi

La crisi della Grecia torna al centro delle attenzioni del parlamento europeo. Proprio nei giorni scorsi i vertici si sono infatti riuniti per cercare di trovare una soluzione che possa consentire l’alleggerimento del debito greco. Il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha però sottolineato che per il momento si deve ancora decidere se c’è la possibilità di adottare qualche misura utile e soprattutto con quali tempi e modi adottarle, qualora si accerti che ce ne sia una concreta necessità.

Il presidente ha inoltre evidenziato che per il momento si stanno solo facendo delle ipotesi e valutando delle possibilità, ma è certo che, almeno per il momento, non si giungerà ad alcuna decisione.

Padoan afferma inoltre che nell’ultimo periodo Atene è riuscita a fare dei grossi passi avanti, pertanto non si ritiene necessario alcun taglio. In particolare egli ha elogiato le misure prese dal governo greco, affermando “Hanno approvato in Parlamento importanti misure, ora le valuteremo nel dettaglio. L’atteggiamento è quello di essere molto aperti a possibili opzioni relative al profilo del debito, fermo restando che il cosiddetto haircut non è sul tavolo”.

Anche il ministro dell’economia ha però concordato con quanto affermato dal presidente dell’Eurogruppo circa l’impossibilità di ottenere un accordo a breve, per quanto sia apparso ottimista circa le possibilità di tali incontri.

Proprio qualche notte fa il Parlamento greco ha approvato un nuovo provvedimento all’insegna dell’austerità, con 153 voti a favore e 143 contrari. Voto che purtroppo era stato anticipato da incidenti ad Atene tra polizia e manifestanti, proprio di fronte al Parlamento.

Via Mutuo News

Categorie News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better