Finale di champions: nessuna assicurazione per chi era a piazza San Carlo

Ricordiamo tutti quello che è accaduto lo scorso 3 giugno a Torino, durante la finale di Champions League che ha visto protagonista la Juventus contro il Real Madrid 다운로드.

I partecipanti che erano in piazza per assistere alla finale adesso fanno i conti non solo con lesioni fisiche ma anche con gravi disagi psicologici 다운로드. E a Palazzo Civico c’è già chi dice, tra il sarcastico e l’amareggiato: «Se continua così, qua finiamo in bancarotta». Il problema vero è di tipo assicurativo 다운로드. Il Comune non ha fatto una copertura ad hoc per l’evento del 3 giugno, anche se ha una serie di assicurazioni ordinarie sulla responsabilità civile 다운로드.

Polizze con cui risarcisce chi inciampa in una buca e si fa male, ma ci sono dubbi sul fatto che le compagnie possano intervenire rispetto a un evento che raccoglie 30 mila persone in una piazza per assistere alla finale di Champions League sul maxi schermo New Vegas download.
Se si chiedono lumi rispetto alle possibili cause e richieste di risarcimento civile, senza nota polemica e nemmeno senza la volontà di scaricare, dall’ufficio stampa di Palazzo Civico si rimanda a Turismo Torino 다운로드. «L’organizzazione è loro», si dice.

In effetti l’ente di promozione turistica partecipato dalla Città è stato scelto dal Comune, così come nel 2015, perché più flessibile nella gestione della serata e con la possibilità di installare il maxischermo senza lungaggini burocratiche creo 학생용. Turismo Torino ha una sua assicurazione di responsabilità civile, ma il massimale, considerando che non si tratta di una società che organizza grandi eventi, è di 6 milioni di euro 파이어폭스 폰허브 다운로드.

Poca cosa di fronte alle richieste che potrebbero arrivare dopo i fatti tragici del 3 giugno. A meno che l’ente di promozione non riesca a sua volta a dimostrare la responsabilità organizzativa del Comune mbc 라디오. Gli enti potrebbero poi chiamare in causa le assicurazioni. Insomma, si profila comunque una bagarre legal-giudiziaria.

Via Repubblica

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.