Eurovita e Luiss insieme per una ricerca sul futuro del panorama assicurativo

Venerdì 5 Maggio c’è stato un evento a Palazzo Altieri a Roma, che ha visto protagonista il futuro del settore assicurativo e le nuove sfide che dovrà affrontare 크롬 다음 팟 동영상 다운로드.

Tutto è nato dalla ricerca “La Gestione finanziaria delle compagnie vita nell’ era dei bassi tassi di interesse: le evidenze europee”, realizzata dal Centro Arcelli di Studi Monetari e Finanziari (Casmef) dell’Università Luiss Guido Carli e promossa da Eurovita Assicurazioni, player indipendente specializzato nella bancassicurazione Vita in Italia 다운로드.
All’evento hanno partecipato a Andrea Battista, amministratore delegato di Eurovita, e Giorgio di Giorgio, direttore Casmef, Fabio Cerchiai, vice presidente UnipolSai; Dario Focarelli, direttore generale Ania; Riccardo Cesari, Università di Bologna e Ivass; Paolo De Angelis, Università di Roma La Sapienza; Francesco Minotti, direttore istituzionali, enti e terzo settore, Banco Bpm, e gli autori della ricerca Nicola Borri, Luiss Guido Carli e Casmef, e Domenico Curcio, Università di Napoli Federico II e Casmef 다운로드.

Tutti insieme hanno discusso sui risultati dell’indagine, che ha analizzato i bilanci di 24 tra le maggiori compagnie vita europee, relativi agli anni 2007, 2011 e 2015, studiano la relazione tra l’attivo ed il passivo delle compagnie con la c.d 인피티니 워 다운로드. tecnica delle correlazioni canoniche.

Lo studio effettuato ha evidenziato l’aumento della quota degli attivi investita negli strumenti a reddito fisso e la riduzione di quella in titoli a reddito variabile 다운로드.

Altre sì è venuto fuori che con la discesa dei tassi di interesse, attivi e passivi delle compagnie vita ad oggi vivano in maniera più indipendente tra loro e che queste sembrino scegliere la composizione dei passivi dopo quella degli attivi, in base alle possibilità di investimento 워프레임 무료 다운로드.
Come soluzione ai dati emersi dall’indagine, i partecipanti della tavola di discussione hanno individuato alcune strategie per gestire il rischio di interesse: è possibile ridurre l’emissione dei prodotti con garanzie di prestazione minima, ma lo scopo principale dovrà essere la diversificazione del proprio business model, aumentando il bacino di intervento a polizze non garantite e alle attività di assicurazione che non riguardino il settore Vita 사운드 클립 다운로드.
Andrea Battista, Amministratore Delegato di Eurovita ha dichiarato in merito all’indagine:

“Siamo davvero lieti di aver promosso assieme al Casmef della Luiss questa ricerca e di presentarne al mercato i risultati 다운로드. Lo studio conferma la svolta storica
che lo scenario dei tassi di interessi in Europa ha comportato e ancor di più potrebbe rappresentare nel prossimo futuro 다운로드. È davvero una sfida storica per l’assicurazione Vita. Mi auguro che gli spunti tratti da questo lavoro scientifico possano essere adeguatamente raccolti e sviluppati dal mondo delle imprese Vita italiane” 키즈 짱 동영상 다운로드.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.