Erogazione Mutui: come ottenerli e quanto tempo occorre

Ottenere un mutuo è quasi sempre impresa difficile e dispendiosa in termini di tempo, poiché l’iter burocratico è lungo e complesso 다운로드. Una domanda che spesso si pone chi intende richiedere un finanziamento a medio-lungo termine, magari per l’acquisto di una casa, è: quanto tempo occorre per avere in mano i soldi Spring tool suite download?

Come si può facilmente evincere, non vi è una risposta univoca alla questione; è però possibile avere un’idea di massima delle tempistiche medie e mettere in pratica i nostri consigli per cercare di velocizzarle, almeno per ciò che riguarda quanto di competenza del consumatore 다운로드.

Tempi di erogazione del mutuo: le variabili in gioco

Ad influire sul periodo di tempo che intercorre tra la richiesta del mutuo ed il suo ottenimento concorrono ovviamente più fattori 다운로드.

A parte le tempistiche di comunicazione interne alla banca, a complicare la situazione incide di certo la situazione reddituale ed economica del richiedente: l’istituto di credito deve verificare la sua solidità creditizia attraverso le banche dati Crif e se non vi è uno storico o, al contrario, ci sono stati casi di insolvenza nel passato, potrebbero allungarsi i tempi di valutazione 다운로드.

Il fatto che si decida di accendere un mutuo con la banca presso cui si è correntisti, al contrario, potrebbe agevolare questo processo, visto che alcune informazioni anagrafiche e di reddito sono già condivise con la società erogatrice 다운로드.

Un aspetto che non tutti tengono in considerazione, infine, è il luogo in cui si apre la pratica del finanziamento. I tempi di chiusura dell’iter infatti variano non solo in base al gruppo bancario e alla singola filiale, ma anche a livello territoriale e regionale: in alcune aree nazionali il processo è in effetti più ostico che in altre 다운로드.

Le fasi della richiesta del mutuo

Ovunque ci si trovi, comunque, la trafila burocratica consta delle stesse fasi. In primo luogo, è necessario presentare una serie di documenti per poter fare richiesta formale di mutuo 다운로드.

Tra questi, troviamo il documento d’identità, il codice fiscale, lo stato di famiglia e il certificato di residenza per ciò che riguarda l’aspetto più “personale”; a livello di reddito, è necessario consegnare la dichiarazione dei redditi (tramite modello Unico o CUD, a seconda che si sia dipendenti o liberi professionisti) e gli ultimi pagamenti ricevuti, grazie alle buste paga o agli estratti conto office professional plus 2019.

Se si sta richiedendo un mutuo ipotecario e si è già individuato l’immobile da comprare (e, quindi, da mettere come garanzia), si dovrà infine fornire la documentazione relativa allo stesso, ovvero le copie del contratto preliminare (il compromesso) e dell’atto di provenienza 드래곤볼 만화책 다운로드.

A questo punto, la banca provvederà a dare un parere di fattibilità ed in seguito, nella vera e propria fase di istruttoria, effettuerà la perizia sull’immobile e le ricerche circa l’affidabilità creditizia del cliente presso le Centrali Rischi. Se tutto va a buon fine, allora si potrà procedere con l’erogazione del capitale.

Quanto tempo dalla richiesta all’erogazione del mutuo?

Tutto questo processo prevede tempistiche piuttosto lunghe. Generalmente, servono almeno una ventina di giorni affinché la banca completi le sue verifiche circa lo storico creditizio del cliente.

Vanno poi considerati il periodo necessario a effettuare la perizia e quello tecnico per la vera e propria erogazione del denaro (un altro mese nei casi più rosei). In sostanza, dunque, possiamo affermare che sono necessari almeno due mesi affinché si completi l’iter burocratico che porta all’ottenimento del mutuo.

Come dicevamo, però, è davvero facile che, a causa di numerosi fattori, queste tempistiche si allunghino notevolmente: purtroppo si arriva fino a 4 o 5 mesi di attesa.

I consigli per snellire il processo

Cosa possiamo fare per cercare di velocizzare i tempi? Ahimè, non c’è molto che si possa fare; di certo non si possono modificare le tempistiche tecniche interne alla società erogatrice.
Possiamo tuttavia impegnarci a fornire quanto richiestoci nel più breve tempo possibile.

Per la richiesta formale di mutuo, ad esempio, è possibile assicurarsi di avere tutti i documenti a portata di mano già ai primi contatti con la banca, in modo tale da poterli presentare non appena vengano resi necessari.
Si può inoltre provvedere a trovare un notaio che possa concludere il contratto unico (quello, cioè, in cui assieme alla compravendita dell’immobile viene sancita l’erogazione del mutuo) già mentre la banca è impegnata nella fase istruttoria, così da non perdere ulteriore tempo qualora essa decida di approvare la richiesta di finanziamento.

Via Finanziamenti.it

Categorie Mutui e prestiti,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.