Cosa cambierà nelle assicurazioni auto temporanee dal 2020

Cosa cambierà nelle assicurazioni auto temporanee dal 2020
Se siete approdati su questa pagina alla ricerca di informazioni sulle migliori assicurazioni auto semestrali di ottobre 2019, saprete sicuramente che questa tipologia di polizza rientra nelle cosiddette assicurazioni temporanee, la cui copertura dura appunto per un periodo di tempo prestabilito in partenza. Possono esserci assicurazioni auto temporanee valide uno, tre o cinque giorni, oppure uno, tre o sei mesi.

L’assicurazione RC auto di 6 mesi o semestrale copre quindi per un lasso di tempo di circa 180 giorni dalla data della stipula alla scadenza, ed è pensata per coloro che utilizzano la vettura soltanto per un certo periodo dell’anno.

Pensiamo per esempio ai possessori di una macchina cabriolet, perfetta per viaggiare capelli al vento in primavera e in estate ma decisamente inadatta nelle stagioni più fredde (è vero che si può chiudere il tettuccio, ma non è più la stessa cosa). Oppure, più concretamente, a chi guida solo in determinati periodi dell’anno per ragioni professionali. Tutti casi in cui potrebbe effettivamente convenire la stipula di un’assicurazione auto semestrale (inutile pagare l’assicurazione per un anno se la vettura viene usata solo per 6 mesi), anche se bisogna considerare alcuni aspetti molto importanti.

In primo luogo, se è vero che una copertura per 6 mesi costa meno di una per 12, il risparmio è relativo perché il premio di un’assicurazione temporanea non è mai pari alla corrispondente frazione di una polizza annuale, ma leggermente più salato (perché si somma una quota fissa, in genere piuttosto influente, ad altre variabili in base ai mesi di copertura). Inoltre le compagnie tendono ad applicare franchigie più alte, per cui in caso di sinistro potrebbe risultare complicato ottenere un indennizzo che soddisfi al 100%.

Infine non va sottovalutato che le assicurazioni auto semestrali non godono del periodo di tolleranza di 15 giorni alla scadenza del contratto, e che garantiscono la tutela assicurativa solo ed esclusivamente nel semestre di copertura, senza eccezioni. Dal 1° gennaio di quest’anno, invece, le polizze di durata temporanea, e quindi anche le semestrali, concorrono all’assegnazione della classe di merito nel momento in cui l’assicurato torna a stipulare una polizza di durata annuale.

Insomma, sembra che ci siano validi motivi per avvicinarsi con prudenza alle assicurazioni auto per 6 mesi e temporanee in genere. Sarà forse per questo che gran parte delle compagnie assicurative, in particolare quelle più note, non offrono questo genere di prodotto, preferendo indirizzare i clienti sulle polizze sospendibili.

Via:www.facile.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better