Cina: più di cento vittime e contagi sempre più alti

L’Oms dichiara rischio globale elevato, rinviato il capodanno Cinese h.264 download.

I casi di decesso confermati sono oltre 100, con oltre 1300 nuovi casi di contagio, che portano a quota 4.000 il numero dei contagiati, Pechino dichiara che dei 106 morti, 100 sono deceduti nella provincia di Hubei, dove è iniziata l’epidemia 다운로드.

La Cina ha deciso il rinvio sine die dell’inizio del secondo semestre per scuole e università, negli sforzi per contenere l’epidemia del coronavirus di Wuhan vce 뷰어. Il ministero dell’Educazione, con gli studenti nel pieno delle vacanze del Capodanno lunare, non ha fornito ulteriori dettagli. Intanto le autorità sanitarie statunitensi hanno alzato al massimo livello il rischio per i viaggi in Cina a causa del nuovo coronavirus diskdigger 다운로드. L’allerta massima lanciata dai Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) arriva poche ore dopo l’appello del dipartimento di Stato Usa perche’ vengano evitati i viaggi nel Paese focolaio dell’epidemia ios9 beta 2 다운로드.

Primo caso a dicembre in Cina

Il primo caso di infezione da coronavirus 2019-nCoV risale al primo dicembre e la persona infettata non era stata al mercato ittico di Wuhan 서부영화 다운로드. E’ quanto emerge dalla ricostruzione delle prime fasi dell’epidemia pubblicata sulla rivista The Lancet e segnalata dalla rivista Science sul suo sito 다운로드. Dei primi 41 casi esaminati dal gruppo di ricerca cinese guidato da Chaolin Huang, dell’ospedale JinYin-tan di Wuhan, 27 (pari al 66%) erano stati al mercato a partire dal 10 dicembre.

Il mondo impaurito

Sono tutti impauriti da questo coronavirus, che sta prendendo il sopravvento sulla Cina e si teme per l’intero mondo, dato che il contagio avviene molto più velocemente del previsto, esponendoci ad un vero rischio, dove lo scenario in caso non ci fosse l’immediato sterminio del virus, porterebbe a scenari catastrofici.

Categorie News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.