Cassazione: danno da fermo tecnico, non basta la semplice indisponibilità del veicolo.

Occorrono le prove delle spese sostenute 안드로이드 유튜브 mp3 다운로드.

Con una recente sentenza la Corte di Cassazione ha ribaltato la giurisprudenza consolidata in materia di danno da mancato utilizzo del veicolo, affermando che la prova del danno non può consistere nella dimostrazione della mera indisponibilità del veicolo, ma deve consistere nella dimostrazione della spesa sostenuta per procacciarsi un mezzo sostitutivo, ovvero nella dimostrazione della perdita subita per avere dovuto rinunciare ai proventi ricavati dall’uso del mezzo 다운로드.

Per la giurisprudenza precedente, infatti, era possibile la liquidazione del danno da fermo tecnico del veicolo a seguito di sinistro stradale anche in assenza di prova specifica “rilevando a tale fine la sola circostanza che il danneggiato sia stato privato del veicolo per un certo tempo, anche a prescindere dall’uso a cui esso era destinato”; in altre parole, il danneggiato poteva richiedere alla Compagnia un risarcimento anche per il solo fatto di non aver potuto godere della sua auto e per recuperare quelle spese (come la tassa di circolazione e l’assicurazione, oltre al deprezzamento del veicolo) che comunque rappresentavano per lui un onere pur se la vettura non era nella sua disponibilità perché dal carrozziere 다운로드.

Secondo il nuovo orientamento, invece, il risarcimento va condizionato ad una prova esplicita non solo del fatto che il mezzo non potesse essere utilizzato, ma anche del fatto che il proprietario avesse davvero necessità di servirsene e sia però dovuto ricorrere a mezzi sostitutivi, ovvero abbia perso l’utilità economica che ritraeva dall’uso del mezzo 배미진 알찬 국어.
Anna Silvia Soravia

via SNAChannel

Categorie News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.