CANAVESE – Truffa alle assicurazioni: in quattro in manette

I carabinieri di Chivasso hanno notificato le ordinanze di custodia cautelare 스타일픽스 다운로드. Le persone nei guai sono residenti a Caluso e Volpiano

I carabinieri di Chivasso hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare del tribunale del riesame di Torino a tre persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e frode assicurativa (reati commessi in Piemonte e Campania tra il 2013 e il 2014) 다운로드. Sottoposti ai domiciliari Matteo C., 35 anni, residente a Caluso disoccupato con precedenti di polizia; Marco S., 25 anni, residente a Viù, assicuratore, incensurato 원노트 2010 다운로드. Sottoposta all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria Giovanna S., 51 anni residente a Volpiano.  I nuovi provvedimenti cautelari, emessi da tribunale del riesame di Torino a seguito del ricorso presentato dalla procura di Ivrea nei confronti della prima ordinanza di custodia cautelare del gip (che non aveva riconosciuto tutti gli episodi di reato contestati), stabiliscono responsabilità agli indagati nella commissione di complessive 161 truffe ai danni della società assicurativa Allianz 다운로드. Truffe finalizzate a ottenere forti sconti nel pagamento dei premi assicurativi e più veloci risarcimenti in caso di incidenti stradali. 

Contestualmente i carabinieri di Chivasso hanno eseguito l’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Ivrea nei confronti di Antonio M., 50 anni, residente a Volpiano, per i medesimi reati contestati agli altri indagati 다운로드. Anche il 50enne è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Secondo i carabinieri gli indagati avevano creato un’associazione specializzata in truffe e frodi assicurative: attraverso un raffinato sistema di falsificazioni della documentazione, presentata all’atto della stipula delle polizze RCA, riuscivano ad «applicare» fortissime riduzioni sui premi da pagare 쇼핑몰 솔루션 다운로드.

Categorie News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.