Bollo auto, cosa cambia nel 2020?

Il nuovo anno prevede diverse novità in tema di bollo, la tassa che tutti i proprietari di veicoli a motore devono obbligatoriamente versare ogni 12 mesi 파이어폭스 폰허브 다운로드.

La prima riguarda l’aggiornamento della modalità di pagamento dell’imposta, che dal primo gennaio avverrà esclusivamente tramite la procedura PagoPA mbc 라디오. Quest’ultima è la nuova piattaforma di pagamenti elettronici verso la Pubblica Amministrazione, introdotta a gennaio del 2019 per corrispondere tributi e tasse Per versare il bollo si potranno continuare a utilizzare i soliti canali fisici e online, come ad esempio gli sportelli ATM abilitati delle banche, i punti vendita di SISAL e Lottomatica o presso gli Uffici Postali 다운로드.

Tuttavia, la nuova procedura potrebbe portare a un leggero aumento del costo complessivo del bollo, a causa di una variazione dell’importo delle commissioni dvdfab.

Lotta all’evasione

La seconda novità riguarda una misura per stanare più facilmente gli evasori del bollo. È infatti allo studio la creazione di un database dove far confluire i dati in possesso del PRA (Pubblico Registro Automobilistico), riguardanti i veicoli in circolazione, e delle Regioni, gli organi preposti a controllare se la tassa automobilistica risulta pagata o meno 다운로드. Il nuovo archivio consentirà di incrociare le informazioni dei due enti e quindi di verificare i versamenti mancanti.

Sconti in Lombardia

In questi giorni è stato approvato dal Consiglio Regionale l’emendamento che prevede una riduzione del 15% sull’importo del bollo, in favore dei proprietari che decideranno di domiciliare il pagamento sul conto corrente 다운로드. Il taglio farà risparmiare agli automobilisti lombardi circa 5 milioni di euro.

Già in vigore dal 2019 i debiti cancellati

Con il decreto fiscale cosiddetto “strappa-cartelle” sono stati eliminati tutti i bolli auto non pagati nel periodo compreso tra il primo gennaio del 2000 e il 31 dicembre 2010, ma solo fino a un importo massimo di 1.000 euro (comprensivi di interessi e sanzioni) 다운로드. L’annullamento del debito è automatico, con le date che si riferiscono solo alla scadenza del pagamento e non al mese in più che la legge prevede per mettersi in regola con la tassa 다운로드.

Bollo: nessuna novità per scadenze e calcolo

Per le auto, la scadenza della tassa cade nei mesi di aprile, agosto e dicembre, mentre per le moto (esclusi ciclomotori e quadricicli leggeri) i periodi sono quelli di gennaio e luglio 스타크래프트 빠른무한 맵 다운로드. Tuttavia, il pagamento può essere effettuato entro il mese successivo a quello della scadenza: se cade ad esempio il 31 dicembre 2019, il termine per versarlo è il 31 gennaio 2020 다운로드.

I parametri presi in considerazione per calcolare l’importo del bollo auto sono la potenza in kiloWatt (kW) del veicolo e la classe ambientale. Per le quattroruote più recenti, classe Euro 4, Euro 5 ed Euro 6, si devono corrispondere 2,58 euro a kiloWatt fino a 100 kW e 3,87 euro per ogni kiloWatt eccedente. Più alto invece l’importo per le quattro ruote più datate, con le Euro 3 che fanno pagare rispettivamente 2,70 e 4,05 euro, le Euro 2 2,80 e 4,20 euro, le Euro 1 2,90 e 4,35 euro e le Euro 0 3 e 4,5 euro. Per le vetture più prestanti c’è anche il superbollo, una sovrattassa di 20 euro per ogni kW da applicare ai mezzi con potenza superiore ai 185 kiloWatt.

E le novità per l’assicurazione?

Nella news “Arriva l’Rc auto familiare: stessa classe di merito più bassa per tutti” abbiamo anticipato che tutti i veicoli della stessa famiglia potranno godere della stessa classe di merito più bassa, una prassi che comporterà un risparmio sul premio della polizza.

Via: www.assicurazioni.segugio.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.