Novità da Axa: nasce Fizzy per tutelare i clienti riguardo i ritardi dei voli

Axa ha lanciato Fizzy, la nuova assicurazione che si basa su un sistema di blockchain.

Si tratta di un’ assicurazione che l’utente stipula esclusivamente per i ritardi dei voli aerei. Il prodotto è stato sperimentato per i passeggeri aerei tra l’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle e negli Stati Uniti e dovrebbe arrivare in Inghilterra all’inizio del prossimo anno.

Come funziona Fizzy

In un video pubblicato da Axa viene fuori che il sistema è molto semplice ed intuitivo.

Al momento della stipula  dell’assicurazione, si dà vita ad un “contratto intelligente” che memorizza i dati e gestisce autonomamente i pagamenti.

L’acquisto dell’assicurazione viene registrato su un registro immutabile basato sul sistema blockchain. In caso il volo abbia ritardi oltre le due ore, Fizzy paga automaticamente la compensazione al conto bancario del cliente.

Al momento sono previsti rimborsi €/$… ma si sta già pensando al rimborso diretto in Ether, la criptovaluta di Ethereum. A differenza dei Bitcoin, Ethereum è stata pensata come uno strumento per le transazioni tra imprese. In pratica,  è stato messo a punto un protocollo di fiducia su cui costruire contratti tra due parti, che si possono applicare in settori completamente differenti tra loro, dalla finanza all’energia, passando dall’istruzione, senza la necessità di intermediari.

Secondo Axa la tecnologia Blockchain avrà due ruoli cruciali:

  • Tramite uno smart contract renderà pubblico il contratto assicurativo,

Innescherà il processo di pagamento nel caso in cui le condizioni indicate nel contratto siano rispettate.
Staremo a vedere come si evolverà il tutto. Di sicuro, se dovesse andare avanti il progetto, ci sarà giovamento per tutti, dati i nuemrosi imprevisti che si stanno succedendo sia per via del clima e delle calamità naturali, sia per problemi organizzativi.

E quando arriverà anche in Italia avremmo modo anche noi di sperimentare la fattibilità dell’assicurazione per i nostri viaggi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook

Iscriviti al nostro gruppo LinkedIn

 

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.