In che modo l’aumento dei costi dei materiali da costruzione influirà sull’assicurazione della casa?

I costi e la disponibilità dei materiali sono fattori da tenere in conto, quando si definisce la cifra corretta per una polizza sulla casa.

I costi dei materiali per la costruzione sono aumentati in modo significativo negli ultimi anni, evidenziando la necessità di valutazioni professionali, al fine di evitare che l’offerta assicurativa non copra il danno da sinistro. Forse uno dei pregiudizi più duraturi sull’assicurazione casa è che la somma assicurata su una polizza equivale al valore di mercato dell’edificio. In fattori, la somma della polizza riflette i costi di restaurazione della struttura da danneggiamenti.

Il rincaro dei materiali

Negli ultimi anni abbiamo avuto un aumento dei costi inerenti al materiale per le costruzioni, si calcola che dal 2010 i costi siano saliti del 20%.
Una vasta percentuale di costruttori ha dichiarato che, i costi dei materiali per effettuare il lavoro li ha fatti gravare sul portafoglio dei clienti.

Problematiche con edifici composti da materiali complessi

Spesso ci sono da ristrutturare edifici sempre più grandi e complessi, ereditati da chi ha un grande patrimonio economico, edifici fatti di materiali come legno duro, pietra e mattoni fatti a mano, che creano problematiche perché non solo costano molto, ma sono anche difficili da trovare.

Perché i materiali da costruzione hanno un costo sempre più elevato?

Una delle principali ragioni è relativa alla debolezza della sterlina, che ha fatto incrementare un aumento dei costi del materiale esportato dall’UE.
Ci spiega Brian Berry, amministratore delegato della FBM afferma che l’incertezza sulla Brexit è stata uno dei fattori, ma aggiunge: “L’elevata domanda dovuta ai mercati internazionali sostenibili potrebbe anche contribuire all’aumento dei prezzi”. Mentre il nuovo governo conservatore di maggioranza sta avanzando con il suo disegno di legge sulla Brexit , c’è ancora poco meno di un anno prima dell’uscita della Gran Bretagna dall’UE.
Di conseguenza, permane una notevole incertezza sul tipo di accordo commerciale che la Gran Bretagna potrebbe concludere (se presente), e su come ciò possa influenzare il costo dell’importazione di materiali da costruzione.

L’elevata mancanza di manodopera in ambito costruttivo è diventata una vera e propria sfida

Il modo in cui la Brexit svolgerà la sua funzione potrebbe anche influenzare la futura disponibilità di operai edili qualificati dall’Europa con l’effetto a catena di gravare sul costo di ripristino di una proprietà.
Secondo Brian Berry: “La crisi delle capacità di costruzione significherebbe che le operazioni chiave sono estremamente difficili da portare avanti. Se il settore non è in grado di attingere a importanti lavoratori dell’UE di tutti i livelli di competenza, che finora hanno contribuito a mitigare questa carenza, il rallentamento della crescita continuerà “. Qualsiasi carenza di manodopera potrebbe presentare particolari problematiche per progetti di reinsediamento più complessi, come gli edifici ereditati, poiché gli esperti di restauro specialistico sono già scarsi.

Come evitare la sottoassicurazione?

II broker svolgono un ruolo cruciale nel garantire che i costi dei materiali per gli edifici siano presi in considerazione quando i clienti scelgono una certa somma per assicurare una proprietà.
I brokers possono anche spiegare periodicamente i vantaggi di condurre valutazioni professionali per ridurre ulteriormente il rischio di sottoassicurazione.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.