Assicurazioni sotto stress test

Assicurazioni europee sotto esame, proprio come le banche che negli ultimi tempi hanno creato non pochi problemi economico-finanziari al Vecchio Continente, Italia in primis 아지트 다운로드.

Per mettersi al sicuro da brutte sorprese, l’Autorità europea per le assicurazioni e la previdenza (European Insurance and Occupational Pensions Authority, EIOPA) ha deciso di valutare lo stato di salute delle principali compagnie di assicurazioni europee, sottoponendole a degli stress test 미드 실리콘밸리 시즌1 다운로드. In poche parole si è voluta testare la loro vulnerabilità e la resilienza a severi mutamenti dei mercati, come una prolungata fase di bassi tassi d’interesse e un pronunciato rialzo degli spread creditizi 마인크래프트 영역확장 서바이벌.

L’esercizio ha visto coinvolte 236 imprese di assicurazione di 30 paesi europei, con una copertura del mercato del 77% in termini di business rilevante (riserve tecniche vita con l’esclusione dei business malattia e unit linked) e ha visto la partecipazione anche di medie e piccole imprese 다운로드. Per l’Italia hanno partecipato 16 compagnie operanti nei rami vita tradizionali, rappresentanti il 76 per cento del mercato nazionale in termini di relative riserve tecniche 구글 번역기 무료.

Le aziende sono state valutate sulla base di due possibili scenari futuri di stress: lo scenario di “rendimenti bassi per lungo tempo” (low for long) che ipotizza una situazione di radicata stagnazione che spinge al ribasso i rendimenti su tutte le scadenze per un lungo periodo di tempo; lo scenario “doppio impatto” (double-hit) che riflette un improvviso aumento nei premi per il rischio combinato a un contesto di rendimenti bassi 콰이어트 플레이스 다운로드.

Le imprese italiane sembrano cavarsela abbastanza bene 다운로드. Al 1° gennaio 2016, infatti, le assicurazioni tricolore risultavano avere una capitalizzazione superiore alla media europea secondo i nuovi requisiti Solvency II c# csv download. Nei due scenari di stress, invece, l’effetto negativo sul sistema assicurativo italiano si presenta più contenuto che negli altri principali paesi europei nello scenario “low for long”, come già nell’analogo esercizio condotto nel 2014, mentre nello scenario “double-hit” il comparto risulta sostanzialmente allineato con gli altri principali paesi europei 다운로드.

Guardando alla situazione pre-stress il sistema assicurativo italiano presentava un indice di solvibilità (Solvency Capital Requirement Ratio) relativamente alto, del 243%, nonostante l’applicazione di misure Long Term Guarantee (LTG) e di misure transitorie decisamente più contenuta che negli altri principali paesi 크롬 북 다운로드.

La riduzione dell’eccedenza delle attività rispetto alle passività nello scenario “low for long” è pari al 5,1% per il sistema assicurativo italiano, a fronte di un valore medio europeo del 18%.

Nello scenario “double-hit” la riduzione dell’eccedenza di attività sulle passività è del 33,8%, valore lievemente superiore a quello medio europeo (28,9%) ma in linea con quelli dei principali mercati.

“I risultati dello stress test EIOPA di quest’anno hanno confermato le sfide rilevanti per il settore assicurativo europeo innescate dall’attuale situazione macroeconomica”, ha dichiarato Gabriel Bernardino, Presidente EIOPA, specificando che “lo Stress Test 2016, svolto per la prima volta dopo l’entrata in vigore di Solvency II, ha di fatto fornito un’immagine “ad alta definizione” delle vulnerabilità del settore che richiedono particolare attenzione da parte dei supervisori. L’EIOPA baderà a monitorare attentamente l’attuazione delle Raccomandazioni da parte delle NSA al fine di garantire una risposta concertata a situazioni suscettibili di costituire una minaccia per l’esistenza dell’entità vigilata e, collettivamente, per l’intero sistema”.

Via Segugio.it

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.