Assicurazioni, il 66% degli italiani vuole servizi innovativi

Gli anni di crisi e di incertezza hanno portato gli italiani ad essere più aperti al cambiamento: le preoccupazioni continuano a esistere, ma diminuisce il livello di allarme per il futuro (dall’82% del 2013 al 76,9% del 2017) 다운로드.

In questa nuova condizione caratterizzata da alta volatilità, in cui due persone su tre si sentono esposte ad eventi improvvisi e imprevedibili, risulta quasi plebiscitario (90%), il ruolo ‘disruptive’ svolto dalla tecnologia per prevenire l’imprevedibile 다운로드.

Emerge dalla ricerca di Axa Italia, condotta da Episteme, “Tra volatilità e connessione: le nuove frontiere dell’innovazione per la protezione” 다운로드.

“Viviamo in un mondo sempre più volatile e mai come oggi c’è bisogno di protezione”, sostiene il Ceo del gruppo Axa Italia, Patrick Cohen, aggiungendo “la transizione verso una gestione attiva del cambiamento chiama in causa le assicurazioni”, le quali sono chiamate a rinnovarsi velocemente freefilesync.

Quasi la metà degli italiani è interessata a servizi di consulenza assicurativi nella gestione del cambiamento, ma ben il 66,1% chiede servizi innovativi e caratterizzati da tecnologia d’avanguardia 다운로드.

Prendono così forma servizi capaci di garantire la migliore prevenzione e le migliori cure invece dei rimborsi delle spese mediche (74,4%); una gestione a 360 gradi della non autosufficienza, invece della rendita, che apre frontiere come quelle dei robot badanti (71,3%); l’indennizzo automatico dai danni provocati da agenti atmosferici (71%); il rimborso automatico (ad esempio per un ritardo di un volo) tramite assicurazioni parametriche di nuova generazione (70,1%) directx 최신 버전 다운로드.

La tecnologia – secondo lo studio – deve essere sempre legata al concetto di fiducia perché nei cittadini rimane la paura di perdere i propri dati 다운로드. Questo è un altro dei nuovi rischi che richiede soluzioni di protezione innovative.

Via Ansa

Categorie Assicurazioni,News,Tecnologia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.