Nuova inchiesta: 36 indagati in tutta Italia per assicurazioni false

Ennesima truffa assicurativa che coinvolge in nostro territorio 컴퍼니 오브 히어로즈 2 한글 패치 다운로드. L’inchiesta è stata condotta dalla procura di Napoli, dopo la segnalazione della polizia stradale di Amaro, cittadina in provincia di Udine.

Il processo è stato chiesto dalla procura partenopea per ben 36 persone, accusati di truffa assicurativa 메이플 초고속.
A detta degli inquirenti, gli indagati si munivano di ducumenti falsi, quali carte di indentità, visure camerali, codici fiscali e certificati di proprietà, per attivare su auto immatricolate in provincia di Napoli polizze RCA in agenzie di assicurazioni del Centro e del Nord Italia 다운로드.
Questa manovra ha portato al risparmi di migliaia di euro per ogni truffatore e, al momento, si contano circa cento polizze fasulle.

Le agenzie coinvolte in questa manovra fraudolenta appartengono alle province di Padova, Bolzano, Bologna, Udine, Vicenza, Vercelli, Firenze, Isernia, Campobasso e Torino 다운로드.

L’arco temporale a cui si riferiscono le indagini è compreso tra il 2014 ed il 2015 e gli inquirenti sospettano che a capo di questa azione illegale ci sia un’organizzazione comandata da una famiglia napoletana, composta da due fratelli, una loro sorella e la moglie di uno dei due 사다리게임 다운로드.
La procura altresì ritiene in sostanza che la famiglia accusata commercializzasse polizze RCA per mezzi che risultavano immatricolati a Napoli e che, illecitamente, figuravano immatricolati in altre provincie, attraverso l’utilizzo di false certificazioni e, quindi, di dichiarazioni di false residenze 다운로드.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.