Assicurazioni: è boom delle polizze vita

Cerchiamo di capire cosa si intende per assicurazioni del ramo vita: non siamo di fronte ad un unico prodotto, bensì a tre diversi tipi di polizze. Ecco quali sono

Forse molti di noi avranno sentito parlare delle cosiddette assicurazioni Vita, contratti stipulati tra un contraente ed una compagnia assicurativa, ma in realtà non sanno bene di cosa si tratti. Quello che è certo, è che negli ultimi anni si sta registrando un continuo aumento di sottoscrizioni di questo tipo di prodotto, basti pensare che i capitali investiti in assicurazioni sulla vita sono di gran lunga superiori rispetto a quelli investiti nel ramo delle assicurazioni contro i danni. Per capire meglio di cosa stiamo parlando, occorre capire che cosa si intende per assicurazioni del ramo vita, per poi spiegare che non siamo di fronte ad un unico prodotto, bensì a tre diversi tipi di polizze. Per una spiegazione più esaustiva ci siamo avvalsi della collaborazione della redazione di Assicurazionivita.net.

Cosa sono le assicurazioni sulla vita

Quando parliamo di assicurazioni sulla vita, intendiamo in generale un contratto stipulato tra una compagnia assicurativa e un contraente, dove la prima si impegna a versare un certo capitale al verificarsi di un determinato evento, mentre il contraente si obbliga al versamento di un premio assicurativo. Solitamente è previsto anche un terzo soggetto, ovvero il beneficiario della polizza vita. Detto così, si pensa subito al caso in cui l’evento previsto in contratto sia la morte del contraente, con la conseguente riscossione del capitale assicurato da parte del beneficiario della polizza.

In pratica le cose non stanno proprio così, perché le assicurazioni sulla vita possono essere stipulate anche per garantire a sé stessi una certa disponibilità economica per il caso in cui dovessero accadere degli eventi non legati alla morte, come per esempio un incidente, malattie o perdita del lavoro. Inoltre, in moltissimi casi, le assicurazioni sulla vita vengono stipulate per garantirsi una previdenza complementare, o comunque per crearsi un piccolo fondo pensione che altrimenti non si avrebbe (vedi il caso delle casalinghe). Una volta spiegato che cosa si intende per assicurazioni sulla vita, il passo successivo è quello di spiegare quali sono le differenze tra i vari tipi di polizze vita.

Polizze caso morte, polizze caso vita e polizze miste

Iniziamo con quella più conosciuta, ovvero l’assicurazione vita caso morte. Questo tipo di polizza prevede la stipula del contratto di assicurazione tra il contraente e l’assicurato, con l’obbligo per quest’ultimo di versare un premio assicurativo per un determinato numero di anni, e per la compagnia l’obbligo di versare il capitale assicurato nell’ipotesi in cui entro il termine previsto in contratto dovesse verificarsi la morte del contraente. Questo capitale verrà corrisposto al o ai beneficiari indicati nel contratto, in un’unica soluzione o tramite rendita periodica.

Nel caso invece dell’assicurazione sulla vita caso vita, ci troviamo di fronte ad un contratto assicurativo ben diverso. Ovvero, il contraente (che è anche il beneficiario) si impegna a versare un premio annuale alla compagnia assicuratrice per un determinato periodo di tempo, e questa trascorso tale periodo si impegna a restituire all’assicurato il capitale versato, maggiorato dagli interessi. In questo caso il capitale potrà essere corrisposto in un’unica soluzione o in rate mensili. Solitamente questo tipo di polizza viene stipulata per assicurarsi una pensione integrativa.

L’ultimo caso, quello dell’assicurazione vita mista, ci troviamo di fronte ad un prodotto che raggruppa in sé alcuni aspetti della polizza caso morte e alcuni della polizza caso vita. Ovvero, in caso di morte del contraente, il capitale investito verrà corrisposto ai beneficiari indicati nella polizza.

Occorre quindi valutare tutti gli aspetti delle assicurazioni vita per poter decidere quale sia quella più rispondente ai nostri bisogni, cioè garantire un futuro economico ai nostri cari, o garantire una rendita futura a noi stessi in vista della vecchiaia. A noi la scelta.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better