Assicurazioni Agricole: troppa burocrazia impedisce alle imprese di accedere al piano nazionale

«Occorre diminuire il peso burocratico per le aziende che accedono Piano Assicurativo Agricolo nazionale». Il responsabile Agroalimentare di Legacoop Romagna, Stefano Patrizi (nella foto), richiama l’attenzione sul sistema di assicurazioni agevolate che le imprese agricole riminesi utilizzano per difendersi contro le avversità e calamità atmosferiche, le fitopatie e le malattie infettive del bestiame.

L’occasione è il confronto che la Regione ha avviato nei territori con le organizzazioni agricole e cooperative in vista del Piano Assicurativo Nazionale 2017 dell’agricoltura. «Un metodo di lavoro molto positivo, che contiamo possa consolidarsi nel tempo», spiega Patrizi.
Il problema per le aziende riminesi è prima di tutto il proliferare delle informazioni richieste agli agricoltori, spesso duplicate in conflitti tra sistemi informatici nazionali e regionali che non si “parlano” tra di loro.

A questo si aggiunge la necessità che le tipicità romagnole – come l’ortofrutta e il sementiero – siano valutate con più attenzione, ad esempio per il calcolo delle rese produttive reali rispetto a colture di altri territori. Un’altra questione ritenuta urgente è il ritardo nella liquidazione del contributo pubblico, che raggiunge spesso i 18 mesi. Capita spesso che un’azienda si trovi a fare l’assicurazione per l’anno in corso senza avere ricevuto quello precedente.
«Il sistema di assicurazioni agevolate delle attività agricole è riconosciuto, correttamente, dall’Unione Europea e dallo Stato come uno dei pilastri dell’agricoltura del futuro», spiega Patrizi.

«Tuttavia ancor oggi il suo sviluppo è messo a rischio da una proliferazione burocratica abnorme, a seguito principalmente delle modalità di introduzione del Piano Assicurativo Individuale, col grave risultato di spingere sempre più aziende a valutare meccanismi di tutela del rischio alternativi al sistema collettivo, indebolendolo e mettendolo a rischio. Occorre il massimo impegno politico per scongiurare questo pericolo di tutti i soggetti istituzionali e di rappresentanza», conclude.

Via Altarimini

Categorie Assicurazioni,News

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better