Gli Italiani non hanno paura dei ladri

Negli ultimi anni sembra cresciuta l’attenzione e lo spazio dedicato ai furti nelle abitazioni, da sempre diffusi in tutta Italia.

 

Nonostante i dati legati ai casi, la maggior parte degli italiani resta ancora molto scettica sulla sottoscrizione di una polizza contro i furti nelle abitazioni; queste polizze infatti, spesso sono utili in caso di furto in casa.

Il furto, vediamo una definizione

La definizione di furto, che altro non è che l’impossessamento di cose mobili altrui, sottratte da chi le detiene allo scopo di trarne profitto per sé o per altri: si tratta di una definizione ampia, che va a coprire quasi tutto lo spettro delle sottrazioni illecite di oggetti compreso lo scippo (furto compiuto strappando l’oggetto di dosso al legittimo possessore o da chi lo detiene) o la rapina (ovvero il furto eseguito con violenza o minacce).

L’assicurazione contro i furti in casa, cosa copre

Ogni compagnia assicurativa ha dei propri criteri, a livello generale è possibile affermare che l’assicurazione contro i furti in casa offre una copertura in caso di:

  • furto con scasso (questo è il punto fondamentale, poiché il furto con destrezza quasi sicuramente non verrà risarcito, evitate dunque di essere voi a lasciare via libera ai ladri tenendo aperte porte e finestre o addirittura aprendo loro la porta di casa!)

esistono alcuni casi particolari di furto senza scasso che vengono tuttavia risarciti dalla maggior parte delle compagnie assicurative, tra questi i più noti sono:

  • furto con scalata, ovvero quando il ladro riesce a salire ai piani superiori con corde, scale o a mani nude (solitamente si rimborsa anche senza effrazione quando il malintenzionato raggiunge l’altezza di 4 metri dal suolo o da superfici accessibili)
  • furto compiuto con uso fraudolento di chiavi (siano esse false o sottratte)
  • furto compiuto da persona che si è introdotta di nascosto e che hanno sottratto la refurtiva una volta che il locale è stato chiuso
  • furti verificatisi in occasione di tumulti, atti di terrorismo o di sabotaggio organizzato

esistono anche alcune polizze che coprono la rapina quandola stessa è iniziata fuori dall’abitazione.

Condizioni particolari dell’assicurazione furto in casa

Esiste poi tutta una serie di garanzie particolari che possono aggiungersi all’assicurazione furti in casa, alle quali consigliamo di dare un’occhiata poiché possono migliorare la qualità della polizza quando presenti, tra le più comuni ricordiamo:

  • furto commesso o agevolato dai prestatori di lavoro (molto utile nel caso avessimo badanti o domestici, ovviamente assunti con regolare contratto)
  • truffa tra le mura domestiche (quando uno dei conviventi tra le mura domestiche viene raggirato all’interno dell’abitazione)
  • furto nelle dipendenze del fabbricato (quando i beni mobili vengono sottratti non dalla casa ma ad esempio da un capanno o garage)

Furto di gioielli e opere d’arte

Altre condizioni particolari dell’assicurazione furto in casa possono riguardare i preziosi e gli oggetto di valore in genere, siano essi gioielli, quadri, statue o opere d’arte di vario genere; in questo caso, vista la specificità della garanzia trattata, rimandiamo la spiegazione ad un apposito post.

Controllare massimali, limiti, sottolimiti ecc.

La distinzione più importante quando si parla di assicurazioni furto in casa è quella tra polizze a primo rischio assoluto o a valore intero (consigliamo pertanto di leggere la spiegazione -relativa alla polizza incendio ma valida anche per quella furto- seguendo il link), ma in generale sarà il caso di porre particolare attenzione a tutto quanto possa variare l’entità del risarcimento in caso di sinistro, ovvero limiti, sottolimiti, franchigie ecc. poiché è anche da questi dettagli che si può dedurre la qualità di una polizza furto.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Close
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better