Aereo caduto: è giallo

Aereo caduto in Iran, le nuove ipotesi dell’Ucraina: «Non escludiamo sia stato missile o atto di terrorismo»
Trudeau: «Abbiamo le prove»

Il segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa di Kiev: «Cerchiamo di capire se il Boeing 737 sia stato abbattuto». Il primo ministro canadese: «Vi sono prove che l’aereo ucraino precipitato a Teheran è stato colpito da un missile iraniano»

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha affermato che le prove raccolte suggeriscono che l’aereo di linea ucraino precipitato fuori da Teheran mercoledì sia stato abbattuto da un missile iraniano 다운로드. Lo riferisce l’emittente Cbc ricordando che tutti i passeggeri a bordo sono rimasti uccisi, incluse le 63 persone del Canada. «Abbiamo informazioni provenienti da più fonti, compresi i nostri alleati e la nostra stessa intelligence. Le prove indicano che l’aereo è stato abbattuto da un missile terra-aria iraniano», ha detto il premier durante una conferenza stampa a Ottawa, aggiungendo che potrebbe essere stato un atto involontario 다운로드. Il team di investigatori ucraini inviato in Iran cercherà di capire se il Boeing 737-800 della Ukraine International Airlines precipitato dopo il decollo a Teheran con 176 persone a bordo sia stato abbattuto da un missile, come confermato da Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina — che aggiunge ulteriore confusione attorno a un incidente che il giorno dopo resta ancora avvolto nel mistero. Anche perché Danilov ha parlato di voci «non confermate» di frammenti di missile terra-aria di fabbricazione russa nei pressi del luogo dello schianto 다운로드.

«Abbattuto per errore»

Secondo Newsweek — che cita fonti dell’intelligence americana e irachena — il Boeing 737 sarebbe stato abbattuto da un razzo e con ogni probabilità per errore, non quindi intenzionalmente. L’aereo sarebbe stato colpito da un missile terra-aria di fabbricazione russa, Tor M-1. Secondo altre fonti, citate dalla tv americana Cbs, i funzionari americani sono convinti che il jet sarebbe stato abbattuto perché gli 007 avrebbero raccolto prove dell’accensione di un radar militare di terra e il satellite avrebbe visto il lancio di due missili di fabbricazione russa seguiti subito dopo da un altro segnale a infrarossi di un’esplosione 사노라면 다운로드.

Trump: «Qualcuno ha sbagliato»

L’ipotesi dell’abbattimento viene assecondata anche dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Parlando in una conferenza stampa alla Casa Bianca Trump ha spiegato che secondo lui i problemi meccanici non sono alla base dell’incidente aereo in Iran: «Qualcuno dall’altra parte (cioè in quella iraniana, ndr) potrebbe aver commesso un errore» 맥 에서 멜론. «Ho i miei sospetti», ha risposto il presidente Usa a chi gli chiedeva di esprimersi sullo schianto. «Non voglio dire quali perché anche altri hanno i loro sospetti. Ma qualcuno potrebbe aver commesso un errore, dall’altra parte… non dalla nostra. Non ha nulla a che vedere con noi».

Dall’Ucraina

Parlando in tv a tutta la nazione il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskiy ha però invitato i connazionali a evitare le speculazioni, a stare alla larga dalle teorie complottiste sull’incidente 판도 미디어 부스터 다운로드. Il Paese indaga per il momento su quattro scenari alla base dello schianto: l’attacco missilistico, una collisione in volo, l’esplosione del motore e un atto di terrorismo. Tutte ipotesi — fanno notare gli esperti occidentali — che sono il punto di partenza di ogni indagine relativa a un disastro aereo

Il ritorno in aeroporto

Il volo PS752 Teheran-Kiev era operato da un velivolo di tre anni e mezzo che il giorno prima si era affacciato a Milano Malpensa e che due giorni prima era stato sottoposto ad alcuni controlli di routine 빌리언스 시즌3. L’ente iraniano dell’aviazione civile con un rapporto preliminare di tre pagine — e solo in farsi — ha confermato quanto anticipato dal Corriere: «L’aereo, che inizialmente era diretto verso ovest per lasciare la zona dell’aeroporto, ha virato a destra a seguito di un problema e faceva di nuovo rotta verso l’aeroporto al momento dello schianto. L’aereo è scomparso dai radar quando ha raggiunto gli 8.000 piedi. Il pilota non ha inviato messaggi radio riguardo le circostanze insolite».

Le scatole nere

La Repubblica islamica ha fatto sapere che non invierà a Washington le due scatole nere (una registra i dati di volo, l’altra gli audio in cabina): gli accordi internazionali non obbligano il Paese a consegnarle al produttore del jet 다운로드. È probabile che venga chiesto l’aiuto dell’ente francese investigativo Bea. L’ufficio transalpino risponde al Corriere attraverso un portavoce che «fino a questo momento non abbiamo ricevuto alcuna richiesta dall’Iran». Teheran e Kiev devono ancora raggiungere un accordo di massima sul ruolo che gli investigatori ucraini (ben 45) dovranno avere nelle indagini — che secondo l’Icao, l’agenzia Onu per l’aviazione civile sono sotto la giurisdizione iraniana — a partire dal tipo di accesso, se diretto o mediato, alle prove fisiche, a partire dalle registrazioni delle due scatole nere 다운로드.

Sei minuti in volo

Sei minuti dopo il decollo il Boeing 737-800 di Ukraine International Airlines si è schiantato non molto lontano dall’aeroporto di Teheran. Secondo le autorità iraniane il velivolo era in fiamme prima di precipitare, ma non avrebbe inviato alcuna richiesta d’emergenza. Una circostanza, questa, che viene ritenuta non solo strana, ma anche poco probabile dal momento che in cabina di pilotaggio si trovavano ben tre piloti e tutti abbastanza esperti 다운로드. Non viene escluso — a sentire alcuni tecnici — la possibilità che la distruzione di uno dei due motori potrebbe aver messo fuori uso i sistemi di trasmissione con la torre di controllo.

La nota di Kiev

Con una nota stampa l’Ufficio nazionale di indagine sugli incidenti aerei dell’Ucraina ha fatto sapere che i propri rappresentanti con un gruppo di consulenti ed esperti — senza precisarne la natura e la nazionalità — è intanto arrivata nella Repubblica Islamica dell’Iran. «Gli investigatori dovranno raccogliere quanto più materiale possibile sul luogo dell’impatto — c’è scritto nella nota —, valutare i detriti al fine di controllare l’obiettività e l’imparzialità del processo di indagine». Non solo. Perché secondo l’Ufficio «i rappresentanti ucraini, secondo gli standard Icao, parteciperanno alle procedure di lettura, elaborazione e analisi dei dati di volo e voce, ottenuti dalle scatole nere».

La polizza viaggi

Sottoscrivere una polizza viaggi permette di essere tutelato in caso di infortunio o morte in qualità di passeggero durante un viaggio aereo turistico.

L’indennizzo sarà riconosciuto in caso di infortunio, invalidità permanente o morte, e sarà quantificato sulla base delle somme assicurate riportate in polizza e per le conseguenze dirette, esclusive ed oggettivamente constatabili, dell’infortunio causato da un incidente aeronautico e/o da atti di terrorismo aereo.

Via: www.corriere.it

Categorie News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.