Assicurazioni, nasce l’Osservatorio “Innovation by Ania”

Si chiama “Innovation by Ania”, è realizzato in collaborazione con Deloitte e nasconde il primo osservatorio permanente nato per “cogliere e rendere concretamente disponibile la nuova spinta innovativa, nei propri processi e nell’elaborazione di nuove soluzioni per gli italiani” come spiegano all’Ania.

In alcuni settori l’innovazione tecnologica trova un’applicazione più rapida e gli effetti sono velocemente fruibili da tutti. L’Italia, con un parco circolante che ha bisogno di essere rinnovato, potrebbe essere quello che più di altri è capace di sfruttare a pieno
i benefici delle nuove tecnologie.

 pensato per dare ulteriore concretezza alla modernizzazione che le compagnie di assicurazione stanno sperimentando

Proprio per questo la giornata di riflessione intitolata “Innovazione e Mobilità: dall’Auto alla sharing economy e alla Smart Mobility” in calendario il 28 novembre a Roma con la partecipazione del ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, del presidente Ania, Maria Bianca Farina e con la presentazione dello studio Deloitte “Innovazione e mobilità: i trend attuali e i possibili scenari futuri” è stata scelta quale primo momento di incontro con gli operatori del settore e con la società civile.

Un annual meeting che l’Osservatorio “Innovation by Ania” ripeterà ciclicamente per comunicare i risultati delle ricerche e degli approfondimenti sui principali temi innovativi che impattano sull’assicurazione e il Paese.

L’Osservatorio dell’Ania si concentrerà sui trend, sui profili tecnologici che li caratterizzano, sulle implicazioni normative e sulla customer experience. Nel primo anno saranno effettuati approfondimenti verticali sulla tematica affrontata nell’annual meeting. Negli anni successivi saranno analizzate altre tematiche ad alto contenuto innovativo, tra cui ad esempio Iot Service e big data.

Via Repubblica

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.