Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/intermediadaily.it/public_html/wp-includes/post-template.php on line 317
Assicurazione auto a rate: come funziona e quali sono i tassi di interesse

Assicurazione auto a rate: come funziona e quali sono i tassi di interesse

In un momento di crisi così profonda per il mercato auto, in un periodo in cui l’automobilista è tartassato dagli onerosi costi del mantenimento dell’auto, poter dilazionare l’assicurazione auto dona un po’ di respiro 터크 애버래스팅 다운로드.

La crisi economica ha portato al commercio di contrassegni assicurativi falsi, abitudine che a cascata, potenzialmente, somma un ulteriore disagio economico a livello sociale, poiché in caso di incidente, è il Fondo Vittime della Strada a dover intervenire a favore del danneggiato 다운로드. Il fenomeno dei contrassegni assicurativi falsi, è stato arginato dalla diffusione ed espansione da parte delle compagnie assicurative, online e non, del poter pagare la polizza Rc auto a rate 다운로드.

La suddivisione in due tranche semestrali relativamente al pagamento della polizza Rc auto a rate, è una formula che esiste da diverso tempo, presentata anche in modo proattivo dalle agenzie assicurative fisiche nei primi anni in cui iniziavano a diffondersi le prime assicurazioni online 다운로드. In quel periodo, infatti, i prezzi delle assicurazioni auto online erano fortemente vantaggiosi rispetto alle polizze classiche.

Proporre il pagamento della polizza Rc auto a rate semestrali, era un modo per mantenere la clientela che, se da un lato già iniziava a sentire gli effetti della crisi, dall’altro ancora non aveva piena fiducia nelle assicurazioni online 다운로드. Subito dopo però, il problema degli automobilisti in merito all’acquisto di una polizza Rc auto ha iniziato non più ad essere di semplice convenienza o comparazione, bensì una necessità alla quale non sempre si poteva far fronte economicamente 다운로드.

Questa modalità di pagamento, che nel tempo ha quasi perso il carattere di eccezionalità in quanto a diffusione, si è ampliata in diverse formule, basate sulle esigenze degli automobilisti 다운로드. Oggi poter pagare l’assicurazione Rc auto a rate non è più una prerogativa di poche e isolate compagnie assicurative, ma è invece diventato un servizio per il quale si ha a disposizione un’ampia gamma di scelta, comparando e scegliendo ciò che più è aderente alle proprie esigenze freefilesync.

Le soluzioni proposte per pagare a rate l’assicurazione auto variano a seconda delle compagnie. La compagnia stessa, però, non è obbligata a concedere il finanziamento, ma deve comunque rilasciare un preventivo della tariffa assicurativa annuale 다운로드.

Ormai, in generale, tutte le assicurazioni permettono di pagare la polizza Rc auto a rate, scegliendo e comparando tra diverse compagnie assicurative, in formula semestrale e trimestrale, senza dover produrre particolari documenti directx 최신 버전 다운로드.

Nel contratto, che va letto molto bene, ci sarà scritto, rispettivamente, versamento semestrale o trimestrale. Questa formula di pagamento, ovviamente, non è gratuita. Ci saranno maggiorazioni per l’automobilista che possono variare dal 3,5% al 5%. Non è tutto. In aggiunta a questa possibilità, tante compagnie assicurative si avvalgono di una finanziaria per il pagamento in 11 o addirittura 12 rate.

I tassi d’interesse, neanche a dirlo, in questi casi sono ben più alti, e arrivano anche al 10%. Alcune compagnie, però, concedono il “tasso zero”. Ma in genere in questo caso lo sconto massimo che si può ottenere sulla polizza è del 20%. Questa modalità di frazionamento viene concessa dalla compagnia assicurativa solo se non si è “cattivi pagatori”, ossia se l’interessato non ha saltato qualche rata di precedenti finanziamenti.

In generale, non occorre essere in possesso di particolari requisiti, per poter ottenere il pagamento rateale della polizza Rc auto.

Per richiedere il frazionamento del premio basterà fare domanda all’assicuratore. Per poter pagare la polizza Rc auto a rate mensili, l’assicurazione non chiederà alcun documento, è necessario, infatti, fornire le stesse garanzie richieste per la sottoscrizione di un finanziamento: busta paga o documentazione fiscale attestante il reddito. Si tratta, infatti, in quel caso di un finanziamento a tutti gli effetti, per cui occorre anche non essere presenti nel database dei cattivi pagatori.

Per il frazionamento del premio mensile, la compagnia farà firmare alcuni documenti per autorizzare la finanziaria a indagare sui vostri prestiti passati o in corso. Se è tutto ok, sarà concesso il prestito senza problemi.

Categorie Assicurazioni,News

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.